Cos’e la ricerca sportiva?

Per descrivere questa attività vi riporto le parole di Guendalina Gozzi, istruttore di ricerca in superficie:

”La ricerca sportiva (in superficie /macerie ) è la versione “ludica” delle attività svolte dalle unità cinofile da soccorso.
Tutta la parte di preparazione, addestramento e allenamento è identica a quella delle unità cinofile operative nel soccorso.
Si lavora, nel caso della ricerca in superficie, in campo aperto, in ambiente naturale (che può comprendere anche caseggiati e rustici in disuso) dove si nascondera’ uno o più figuranti (chi simula il disperso).
Nel nostro specifico caso la ricerca viene effettuata “a cono d’odore”, a cane libero (che indossa pettorina segnaletica munita di campanella ).
Il cane segnala il ritrovamento abbaiando fino al sopraggiungere del conduttore.
È una disciplina divertente ed appagante per il binomio cane /conduttore che permette di fare attività all’aperto, affinando le competenze e rinforzando la comunicazione e il rapporto tra uomo e cane”

Guendalina Gozzi

Regolamento internazionale per cani da soccorso (ENCI/FCI)

L’attività l’ho voluta fortemente inserire per dare la possibilità, a tutti i miei ragazzi e a coloro che ne fossero interessati, di praticare uno sport appagante per molti cani, divertente, da fare in natura, formativa e coadiuvante sul recupero caratteriale di molti cani, un’occasione per scoprire un nuovo modo di lavorare insieme.

Nasce dal rapporto di fiducia e collaborazione con un’istruttrice del settore che è Guendalina Gozzi, del centro cinofilo Little Blue Dog di Casale Monferrato.

Ed ecco qui l’articolo, foto e video sulla prima giornata di ricerca al campo con i miei i ragazzi: cliccate sull’immagine per andare a scoprire i contenuti: